Attualità

Mondo

Motori

Russia, carri armati T-80 in esaurimento nei depositi. «Entro il 2026 Mosca finirà i tank»

russia, carri armati t-80 in esaurimento nei depositi. «entro il 2026 mosca finirà i tank»

Russia, carri armati T-80 in esaurimento nei depositi. «Entro il 2026 Mosca finirà i tank»

In esaurimento. I carri armati russi T-80 sono in diminuzione e finiranno a metà del 2026 a questo ritmo. Sono passati da 1200 a 300 veicoli nell’ultimo periodo secondo le analisi di due esperti militari: Covert Cabal e HighMarsed. Questo, però, non significa che i tank scompariranno dal campo di battaglia “subito”. Ma saranno utilizzati meno, anche perché sono catalogati in “buone condizioni”. Ed è per questo che Mosca, nel frattempo, sta accelerando le riparazioni e la modernizzazione dei vecchi MBT con il nuovo tipo T-80BVM. L’Armata Rossa, tuttavia, potrebber rimanere in difficoltà per qualche mese.

Ucraina, attacco all’ospedale pediatrico. Onu: «Il missile era russo». Mosca: «Non siamo stati noi»

 

Le stime

Una volta esaurite le scorte di T-80 i russi dovranno fare affidamento sui carri armati T-55/T-62 (più vecchi) e sui pochi T-90 che possono produrre.

 

La mancanza di dati

Gli analisti militari costruiscono la loro valutazione nonostante la lacuna nei dati riguardanti gli impianti di riparazione dei mezzi corazzati russi. In particolare, non ci sono informazioni su quanti carri armati attendono attualmente la modernizzazione. E ciò indica che i russi hanno ovviamente istituito un regime di controspionaggio presso i loro impianti di riparazione dei mezzi corazzati.

 

E gli altri carri armati?

Gli analisti OSINT basano i loro calcoli sui carri armati russi più utilizzati: come il T-80, il T-90 o il T-55/T-62. Ma non vengono presi in considerazioni veicoli come il T-64.

TOP STORIES

Top List in the World