Ferrari

Formula 1

Motori

Sport

Norris in testa alle FP1, Leclerc giudica la sua Ferrari "orrenda".

Norris in testa alle FP1, Leclerc giudica la sua Ferrari “orrenda”.

Lando Norris ha vinto la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna, battendo Max Verstappen per meno di un decimo di secondo. La Ferrari era dotata di nuovi aggiornamenti, ma Charles Leclerc ha apparentemente faticato a sfruttarli al meglio, definendoli “orrendi”. Il suo compagno di squadra, Carlos Sainz, ha completato la top 3, mentre Mercedes e Sergio Perez hanno bussato alla porta nei posti sottostanti.

La sessione è stata caratterizzata da una breve bandiera rossa. Un detrito è stato lasciato sulla linea di gara e si trovava quindi in una posizione pericolosa. I commissari hanno dovuto esporre la bandiera rossa per rimuovere in sicurezza il detrito. La bandiera rossa ha causato un’interruzione delle prove con le gomme morbide, ma niente di preoccupante per i team e i piloti.

McLaren e Red Bull hanno piazzato entrambe le vetture nei primi sei posti, dando una prima indicazione su chi potrebbe essere il più forte questo weekend a Barcellona. La P3 della Ferrari con Sainz ha dato un barlume di speranza alla scuderia italiana, mentre la Mercedes si è inserita nei primi posti.

Bearman, che sembra destinato a sedersi sulla Haas nella prossima stagione, ha completato un’altra delle sessioni di prove obbligatorie per i rookie della Haas. Il britannico ha svolto una sessione senza problemi e ha completato più di 20 giri, anche se è arrivato leggermente dietro a Kevin Magnussen.

Come si sono svolte le FP1 in Spagna

Le prime prove libere del Gran Premio di Spagna sono di solito una delle sessioni di prove più attese dell’intera stagione, in quanto le scuderie apportano una serie di aggiornamenti. Quest’anno l’evento di Barcellona cade più tardi nel calendario, ma la maggior parte delle squadre ha comunque apportato aggiornamenti. Nessuno più della Ferrari, che ha puntato su una maggiore deportanza posteriore. La scuderia italiana ha iniziato con un sacco di vernice flow-vis sull’ala posteriore. Anche la McLaren è uscita dal garage con l’alettone aerodinamico montato. Le condizioni calde e soleggiate hanno contribuito a creare un ambiente di prova adeguato.

Dopo meno di 10 minuti, Sainz ha segnalato l’assenza di potenza dalla sua Ferrari, ma i suoi ingegneri hanno trovato una soluzione e il pilota spagnolo è passato in P2 sul foglio dei tempi, a meno di un decimo dal più veloce di Russell in quel momento. I due piloti della Red Bull hanno occupato la P3 e la P4 mentre le gomme dure erano all’ordine del giorno per i primi classificati. Verstappen è stato il primo ad alzare il ritmo con le mescole dure, girando quasi mezzo secondo più veloce di Russell.

Perez ha poi chiesto se avesse un problema, ma il suo ingegnere ha risposto “negativamente” e ha voluto discuterne ulteriormente nel garage. Leclerc, invece, ha fornito qualcosa di più significativo. Ha riferito che la sua Ferrari si sentiva “orrenda” e che l’auto sembrava un po’ nervosa con il retrotreno. A questo punto Leclerc si è seduto a metà classifica.

Hamilton ha fatto il suo giro più veloce ma è entrato troppo in profondità in una curva e ha ottenuto solo la P5. Alla mezz’ora, le Red Bull sono state le prime a montare le gomme morbide. Verstappen è stato il più veloce e Perez ha raggiunto la P3, affiancando il giro più veloce di Sainz con le gomme medie. Anche Bearman è stato uno dei primi a montare le soft e ha piazzato la sua Haas in P8 dopo il primo giro. Il suo connazionale Norris è stato il prossimo a montare le soft: il pilota della McLaren ha fatto il giro più veloce di 0,024 secondi. Una bandiera rossa ha interrotto il resto dei corridori con gomme morbide. La sessione è ripresa dopo una breve interruzione e le prove di gara sono state completate.

TOP STORIES

Top List in the World