Motori

Motociclette con cinture di sicurezza? CFMoto brevetta un concetto

motociclette con cinture di sicurezza? cfmoto brevetta un concetto

Motociclette con cinture di sicurezza? CFMoto brevetta un concetto

La sicurezza è una grande preoccupazione per i produttori di motociclette quando progettano nuovi modelli e nel corso degli anni sono state sviluppate diverse soluzioni per rendere sempre più sicura la guida su due ruote. Tuttavia, poco è stato fatto per evitare che il pilota venga espulso in caso di incidente. O almeno, così sembra. Secondo CycleWorld, CFMoto ha depositato un brevetto per una sorta di concetto di cintura di sicurezza per motociclette, illustrato attraverso il modello 1250TR-G. Storicamente, ci sono stati pochi tentativi di concepire o implementare una tale soluzione. Questo è in parte perché, a differenza delle auto, le motociclette non hanno una struttura circostante per proteggere gli occupanti, rendendo generalmente più sicuro per il pilota essere espulso in una posizione più sicura in caso di incidente. Il concetto del produttore cinese mira a trattenere il pilota in determinate circostanze, consentendo alla motocicletta di assorbire l’energia dagli impatti frontali contro oggetti duri. Il pilota non verrebbe espulso da urti o frenate brusche, ma avrebbe la libertà di uscire rapidamente dalla moto se cade o se c’è un impatto laterale in caso di incidente. Il brevetto di CFMoto propone alcune soluzioni per questo concetto. Una di queste prevede una coppia di barre rigide su ogni lato del pilota, posizionate tra il serbatoio del carburante e l’area immediatamente dietro il sedile. Queste barre possono essere impostate in posizioni “aperte” o “chiuse” e una piccola forza laterale sarà sufficiente per aprirle.

Un altro concetto include barre laterali che ruotano dietro al pilota e si uniscono davanti. Una giuntura secondaria permette a queste barre di aprirsi, consentendo al pilota di entrare o uscire dalla motocicletta. La terza proposta è una cintura di sicurezza più convenzionale, realizzata in un materiale simile a un tessuto. La parte posteriore è montata su un perno inserito in uno spazio tra i sedili del pilota e del passeggero. Un meccanismo a molla mantiene la cintura in posizione durante le collisioni frontali, ma consente un rilascio rapido in caso di impatto laterale.

Questi concetti innovativi mirano a migliorare la sicurezza del pilota prevenendo l’espulsione in determinati scenari, garantendo al contempo una facile uscita in altri, affrontando così una delle sfide di lunga data nella sicurezza delle motociclette.

TOP STORIES

Top List in the World