Jeep

Motori

Jeep rinnova le due “icone” Renegade e Compass

android, jeep rinnova le due “icone” renegade e compass

Jeep rinnova le due “icone” Renegade e Compass

MILANO (ITALPRESS) – “Due icone del nostro marchio”. Così Gabriele Conti, direttore marketing Jeep Italia, riassume cosa rappresentino i modelli Renegade e Compass per il brand, oggi rinnovate nella lineup MY24. “Renegade è stata lanciata in Italia fin dal 2014 e in questo periodo di 10 anni ha venduto nel mondo oltre 2 milioni di esemplari. In Italia si tratta di 10 anni di leadership nel segmento B-Suv – ha aggiunto – Compass è una vettura più importante in termini dimensionali nel segmento C-Suv: è stata lanciata nel 2017 e rinnovata nel 2020 ed è sempre stata tra i leader del proprio segmento”.

Jeep Renegade e Compass MY24 fanno parte di una lineup composta da tre allestimenti per Renegade (Renegade, Altitude, Summit) e due allestimenti per Compass (Altitude e Summit). Entrambe le vetture sono accomunate dalla presenza della tecnologia e-Hybrid che gestisce il sistema di propulsione senza soluzione di continuità, alternando in maniera automatica motore 100% elettrico, ibrido e a combustione interna. Il passaggio tra i vari tipi di propulsione avviene in base a fattori come stato di carica della batteria da 48V (raffreddata a liquido e con capacità di 17,5Ah), condizioni di guida in tempo reale e altri parametri monitorati. Le due vetture, dotate di propulsore turbo GSE T4 da 1,5 litri, integrano un gran numero di funzionalità e componenti innovativi, pensati per migliorare efficienza e prestazioni. Il fulcro è rappresentato dal motore GSE T4, un quattro cilindri turbobenzina con ciclo di funzionamento Miller che genera 130 CV e 240 Nm di coppia massima, assicurando potenza ma anche risparmio di carburante. Un altro elemento fondamentale è costituito dal sistema ibrido. Questo integra un meccanismo di frenata intelligente che consente di sfruttare l’energia in fase di decelerazione grazie alla frenata rigenerativa. Il motore è completato da un meccanismo di generazione dell’avviamento azionato a cinghia. Questo componente facilita la ripartenza del propulsore a combustione interna a basse velocità, assicurando emissioni ridotte e funzionamento senza interruzioni. Inoltre, la trasmissione prevede un motore P2.5, che fornisce 15 kW di propulsione elettrica extra, abbinati strategicamente alle marce pari per un’efficienza ottimale. L’alimentazione è fornita da un pacco batteria compatto da 48V, con una capacità di 17,5Ah e 0,8kWh, che garantisce grande accumulo di energia per le manovre in ibrido. Il sistema di controllo ibrido, alloggiato in un’unità separata, coordina l’alternanza delle varie propulsioni, ottimizzando le prestazioni in differenti condizioni di guida. Per quanto riguarda l’abbattimento delle emissioni nei modelli con tecnologia e-Hybrid, nel caso di Renegade sono pari a 125-129 g/km; 123-131 g/km in Compass. La propulsione elettrica si distingue per funzionalità molto particolari. Una di queste è “e-creeping”, che consente una serie di piccoli movimenti in avanti senza la necessità di utilizzare l’acceleratore. Una soluzione particolarmente utile, ad esempio, nell’affollato traffico cittadino (“e-queueing”). Inoltre, il veicolo può essere parcheggiato in modalità 100% elettrica (e-Parking). Questa soluzione permette di recuperare energia durante la decelerazione e facilita la ricarica automatica con la frenata rigenerativa, eliminando la necessità di un rifornimento plug-in.

In termini di multimedialità, Renegade MY24 offre un rinnovato cluster digitale TFT da 10,25 pollici e un nuovo sistema di infotainment da 10,1 pollici, con una potenza di elaborazione cinque volte superiore alla generazione precedente.

Da sottolineare, inoltre, il volante ridisegnato, oltre che la nuova telecamera posteriore ad alta risoluzione e la connettività Apple Carplay e Android Auto, ora wireless. Tutte queste caratteristiche diventano di serie sull’intera gamma, a partire dall’allestimento di base. Completano l’offerta i cerchi in lega da 16 pollici e sedili in stoffa e fendinebbia. La soluzione più completa corrisponde all’allestimento Altitude, che comprende fari anteriori e fanali posteriori full Led, i fari antinebbia anteriori a Led che illuminano perfettamente la strada e la climatizzazione automatica, per ottimizzare il comfort interno.

Per quanto riguarda Jeep Compass, l’allestimento Altitude comprende catarifrangenti full Led, Dlo cromato, cerchi in lega da 18 pollici e sedili in tessuto/vinile. Summit, invece, offre cerchi in lega diamantati da 19 pollici e tetto nero bicolore.

“Abbiamo anche l’ulteriore motorizzazione, declinata nelle potenze da 190 e 240 cv: il Plug-In Hybrid 4xe”, ha spiegato Conti. “Il fatto che sia 4×4 è la sua caratteristica peculiare: nonostante la trazione sull’asse posteriore sia fornita solo dal motore elettrico, anche nel momento in cui la batteria dovesse essere a zero grazie al sistema Power Loop il motore termico andrà in supporto della batteria ricaricandola in tempo reale. In questo modo e in caso di necessità, per il 100% del tempo è possibile avere la vettura a 4×4”, ha aggiunto.

Nei modelli Plug-In Hybrid 4xe la batteria ad alta tensione ha una capacità di 11,4 kWh; i tempi di ricarica oscillano tra le 2 e le 4 ore. La vettura è in grado di raggiungere i 100 km/h in meno di 7,7 secondi. Per quanto riguarda le emissioni sono pari a 39-46 g/km sia in Renegade che in Compass. Un abbattimento quindi delle emissioni di CO2 di circa il 3%. Per Jeep Compass, questo progresso tecnologico è abbinato al debutto dei nuovi pneumatici da 18 pollici di classe A+. Renegade e Compass 4xe Plug-In Hybrid offrono “emissioni zero” quando si guida in modalità elettrica, insieme alla sicurezza su ogni terreno garantita dal sistema Jeep eAWD che interviene quando necessario.

(ITALPRESS).

– Foto: ufficio stampa Stellantis –

TOP STORIES

Top List in the World