BYD

Novità

Ecco perché sempre più concessionari vorrebbero vendere le auto BYD

La casa cinese ha vinto il premio per il mandato più desiderato tra i new brand di DealerSTAT 2024

ecco perché sempre più concessionari vorrebbero vendere le auto byd

Il 2024 sembra essere un anno molto positivo per BYD. Il marchio cinese sta scalando in fretta la classifica dei costruttori mondiali e in Italia ha appena vinto il premio per il mandato più desiderato tra i new brand di DealerSTAT 2024, il riconoscimento di Automotive Dealer Day – House of Mobility, principale evento B2B per il settore della mobilità in Europa organizzato da Quintegia e svoltosi a Verona nei giorni scorsi.

In pratica, se i concessionari italiani potessero scegliere quale marchio emergente fra quelli entrati recentemente in Europa, con meno di 1.000 immatricolazioni nel 2023, inserire nel proprio portafoglio di brand rappresentati vorrebbero BYD, che ha raggiunto il 32% delle preferenze.

Perché ha vinto BYD

Prima di spiegare le ragioni della vittoria, ricordiamo meglio come viene realizzato lo studio, giunto quest’anno alla ventunesima edizione. Il DealerSTAT ha l’obiettivo di indagare la soddisfazione dei Dealer nei confronti delle Case auto e questa rilevazione è avvenuta tra il 13 marzo e il 13 aprile, coinvolgendo ben 34 marchi e il 66% dei dealer italiani (in totale sono stati raccolti 1.401 questionari).

Secondo Gianmaria Adamo, Country Manager di BYD Italia, gli elementi che hanno contribuito al raggiungimento di questo traguardo sono quattro. Innanzitutto, “una gamma di prodotto articolata, con vetture premium accessibili come i cinque modelli 100% elettrici lanciati in cinque segmenti diversi dall’arrivo in Italia lo scorso anno, ai quali si affiancheranno presto il SEAL U DM-i e altri modelli”.

Seal U DM-i

A seguire, l’elettrificazione della gamma prodotti e il fatto che BYD ha progetti strutturali e organici di lungo periodo, come testimonia la decisione di aprire uno stabilimento in Ungheria e la sponsorizzazione di EURO 2024. A contare, infine, sarebbe stata anche la decisione di adottare un sistema distributivo tradizionale con mandati di concessione con i partner sul territorio.

Il commento ufficiale

Ritirando il premio, Gianmaria Adamo, Country Manager di BYD Italia, si è detto onorato di ricevere il riconoscimento perché rappresenta la testimonianza che il lavoro fatto fino a oggi da BYD in termini di tecnologia, gamma e collaborazione con i partner sta iniziando a dare i suoi frutti, con l’impegno di consolidare la presenza di BYD contribuendo alla transizione verso una mobilità elettrica consapevole.

TOP STORIES

Top List in the World