Aston Martin

Formula 1

McLaren

Motori

Sport

Dove ha perso Aston Martin nella battaglia con Red Bull e McLaren? Stroll spiega

dove ha perso aston martin nella battaglia con red bull e mclaren? stroll spiega

Un anno non è l’altro. Mentre nel ’24 l’Aston Martin è salita sul podio otto volte, nell’attuale stagione di F1 il conteggio si ferma a zero. Una notizia spiacevole per la scuderia britannica: solo la buona sorte sembra garantire che le cose cambieranno nella seconda parte della stagione. Lance Stroll pensa che le prestazioni dello scorso anno abbiano messo sabbia negli occhi del mondo esterno. Infatti, la sua conclusione è: non siamo e non siamo stati (ancora) un top team. Spiega perché Aston Martin ha perso la battaglia con Red Bull, McLaren, Mercedes e Ferrari.

È stato Fernando Alonso a far sì che Aston Martin fosse rappresentata sul podio con grande regolarità nel 2024. Tuttavia, lo spagnolo non ha vinto in una stagione dominata dalla Red Bull Racing. “Avevamo un’auto veloce, alcuni podi e molti primi cinque posti”, ha dichiarato Stroll a GPblog. “Ma credo che sappiamo ancora che dobbiamo crescere come squadra ed essere più forti e solidi. Credo che alla fine abbiamo preso una direzione un po’ sbagliata in termini di filosofia di sviluppo”.

“Abbiamo imboccato la strada sbagliata e pian piano ce ne siamo resi conto sempre di più. Ora si tratta di cambiare strada e di darle il tempo di svilupparsi e di tornare a funzionare bene seguendo un percorso diverso. Penso che faccia parte della crescita di una squadra. Penso che faccia parte dell’apprendimento di una squadra. Purtroppo ora ne stiamo pagando le conseguenze e non siamo dove vorremmo essere, nelle posizioni che vorremmo. Ma continuiamo ad andare avanti”.

L’arrivo del capo della Mercedes alla Aston Martin è stato accolto con favore

Forse l’arrivo di Andy Cowell (ex capo dei motori Mercedes) come nuovo CEO aiuterà Aston Martin a fare un grande passo avanti. “Non ci sono ancora contatti, no. In passato, sì, conoscevo Andy. Abbiamo parlato alcune volte nel corso degli anni”.

“Una notizia molto, molto eccitante. Credo che sia incoraggiante per l’intero team e per l’intera fabbrica vedere Andy entrare a far parte del progetto, una leggenda dello sport che ha ottenuto tanti successi negli anni con la Mercedes. Quindi, non c’è altro che una notizia entusiasmante e positiva”.

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Sophia Crothall.

TOP STORIES

Top List in the World