Jeep

Dieci anni fa la prima Jeep “italiana”: ma la storia prosegue

Dieci anni fa esordiva a Melfi la prima Jeep costruita fuori dagli States. Da allora la Renegade e la Compass ne hanno fatta di strada

android, dieci anni fa la prima jeep “italiana”: ma la storia prosegue

Il marchio Jeep, che festeggia ed esprime nella sua gamma di SUV da oltre ottant’anni i valori di libertà, avventura, passione e autenticità, è stato riconosciuto ancora una volta come il marchio più patriottico d’America secondo il sondaggio “Brand Keys Most Patriotic Brands”. Quello di Jeep è un record giunto al 23esimo anno consecutivo, e in questa edizione ha prevalso su 1.381 brand valutati dai consumatori negli Stati Uniti. Dentro a questa forte “americanità” si insinua da dieci anni una forte identità italiana, che si esprime nell’affezione, nella produzione e nei risultati commerciali che sono cominciati con il debutto di Renegade a Melfi (PZ).

La prima Jeep fuori dagli States

Nel 2014, a Melfi iniziò la produzione del primo Small SUV di Jeep, e del primo modello prodotto fuori dai confini statunitensi: Jeep Renegade. Questo SUV è stato importantissimo per stabilire primati di vendite: dall’esordio ne sono state vendute circa due milioni di unità a livello globale. A Renegade, nel 2020 si è affiancata la produzione di Compass, che tra i tanti primati detiene anche il titolo di C-SUV più venduto in Italia nel 2023.

Storie di successo, che proseguono con Jeep Renegade e Jeep Compass MY24 dotate dell’avanzata tecnologia ibrida e-Hybrid e di una lunga serie di novità. Ad esempio, Renegade offre un sistema di infotainment rinnovato con display da 10,1 pollici e cluster TFT da 10,25, mentre Compass introduce la guida autonoma di livello 2. I due SUV, con motori turbo GSE T4 da 1,5 L, adottano una calibrazione ottimizzata di motore e batteria, garantiscono prestazioni ottimali e sostenibili, con un’efficienza migliorata e funzionalità avanzate come la frenata rigenerativa. Jeep rafforza così il suo impegno verso la mobilità elettrica e la sostenibilità.

Le versione MY24 di Renegade e Compass

Jeep Renegade e Compass MY24 fanno parte di una gamma rinnovata, più essenziale ed efficiente, composta da tre allestimenti per Renegade (Renegade, Altitude, Summit) e due allestimenti per Compass (Altitude e Summit). In questo modo, i clienti hanno a disposizione una gamma completa di prodotti su misura per diverse esigenze.

Renegade MY24 possiede più multimedialità grazie al rinnovato quadro strumenti digitale TFT da 10,25 pollici e al nuovo sistema di infotainment da 10,1 pollici, con una potenza di elaborazione cinque volte superiore alla generazione precedente. Da sottolineare, inoltre, il volante ridisegnato, oltre che la nuova telecamera posteriore ad alta risoluzione e la connettività Apple Carplay e Android Auto, ora wireless. Tutte queste caratteristiche diventano di serie sull’intera gamma, a partire dall’allestimento di base, Renegade, che completa l’offerta con cerchi in lega da 16 pollici e sedili in stoffa e fendinebbia. La soluzione più completa corrisponde all’allestimento Altitude, che vanta caratteristiche esclusive. Come gli splendidi fari anteriori e fanali posteriori Full LED, i fari antinebbia anteriori a LED che illuminano perfettamente la strada e la climatizzazione automatica, per ottimizzare il comfort interno.

Per quanto riguarda Jeep Compass, l’allestimento Altitude propone elementi esterni e interni di pregio. Tra questi ci sono catarifrangenti full LED dal design inconfondibile, DLO cromato, cerchi in lega da 18 pollici e sedili in tessuto/vinile. Summit, invece, offre cerchi in lega diamantati da 19 pollici e tetto nero bicolore.

TOP STORIES

Top List in the World