Motori

Con l’aria condizionata accesa in auto si rischia una multa

Con l’arrivo dell’estate l’aria condizionata in auto è una vera e propria goduria per il proprio corpo. Ma ci sono casi dove dobbiamo rassegnarci all’idea di doverla tenere spenta se non vogliamo multe.

con l’aria condizionata accesa in auto si rischia una multa

Autore: Yuri Hoyda/Shutterstock.com

L’aria condizionata in auto è un must per gli automobilisti che patiscono e non sopportano il caldo torrido dell’estate. La Legge ci impone in alcuni contesti a doverla tenere spenta se non si vuol incorrere ad una sanzione piuttosto salata (fino a 444€).

Per evitare o limitare l’inquinamento acustico le auto in sosta devono essere obbligatoriamente spente, così come dev’esserlo anche l’aria condizionata che invece è consentita soltanto quando si marcia.

Aria condizionata in auto in sosta: a rischio sanzione

con l’aria condizionata accesa in auto si rischia una multa

Autore: zedspider/Shutterstock.com

Capita spesso di doversi fermare e sostare con l’auto per un paio di minuti. Il Codice della Strada introdotto nel 2007 vieta alle macchine ferme di tenere il motore acceso e conseguenzialmente anche l’aria condizionata.

Nel 2010, 2014 e nel mese di aprile 2022 il Codice della Strada è stato ulteriormente modificato con i nuovi importi al fine di poter contrastare l’inquinamento con delle misure più severe.

Il motivo è riconducibile all’inquinamento prodotto dalle auto (specialmente quelle vecchie e più inquinanti) che rilasciano una grande quantità di Co2 provocando danni all’ambiente. In sosta è opportuno lasciare il motore spento al costo di dover sopportare qualsiasi temperatura estiva.

Casi e sanzioni

Le sanzioni vengono applicate in base al contesto in cui ci si trova. Qualche anno fa un automobilista di Como è stato multato per 218€ dalla Polizia locale per aver sostato al margine del carreggiata dove è stato colto in flagranza con motore e aria condizionata accesa soltanto per effettuare un paio di chiamate.

Oggi la stessa multa sarebbe stata di almeno cinque euro in più dato che il Codice della Strada ha innalzato gli importi dove il minimo sanzionabile è pari a 223€ e fino ad un massimo di 444€.

Il Codice della Strada incrimina il motore acceso durante la “sosta” che per Legge si intende quanto segue:

La sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo, con possibilità di allontanamento da parte del conducente.

Diverso è il caso in cui il conducente arresta l’auto – con l’aria condizionata e motore acceso – per permettere l’entrata o l’uscita dal veicolo ai passeggeri. O ancora se il mezzo si arrestasse ad una semaforo o in un ingorgo stradale allora è possibile lasciare il sistema di raffreddamento acceso.

Il suggerimento è quello di accertarsi che in qualsiasi sosta (anche in una piazzola isolata) il motore e l’aria condizionata dell’auto dovranno essere rigorosamente spenti.

Attenzione alla salute

Limitare l’aria condizionata in auto è una salvezza non soltanto per le proprie tasche (evitando sanzioni inutili) ma lo è anche per la propria salute, dato che un flusso troppo forte comporterebbe a malesseri quali forti nevralgie, paralisi muscolari e mal di gola.

L’utilizzo va ponderato in base alle reali esigenze e senza che il climatizzatore venga tenuto acceso per un tempo eccessivamente lungo.

Multa per aria condizionata in auto: foto e immagini

Leggi anche Sosta con motore acceso: cosa si rischia, le sanzioni possibili

Potrebbe interessarti Nuovo Codice della Strada: cosa cambia per autovelox e cellulari

TOP STORIES

Top List in the World